Contrasto al bullismo
0 A scuola con Articolo26: tanti ragazzi e insegnanti entusiasti per gli incontri su social e cyberbullismo

Riscontri entusiastici da parte dei ragazzi e docenti delle scuole secondarie di Massa-Carrara, presenti numerosi alla mattinata “Tutti pazzi per i social – Il cyberbullismo e le sfide della rete” , svoltasi all’interno della serie di incontri “Famiglia Scuola e Scienza, insieme per Educare” rivolti a genitori, ragazzi e docenti.
Tre ore ininterrotte di attenzione, commentando e intervenendo, tra momenti di simpatica distensione e argomenti seri e delicati: dalle fake news ai casi più dolorosi di cyber-bullismo a come usare i social senza rimanerne schiavi o vittime.
Ringraziamo tutti per l’interesse e la collaborazione e speriamo che questo incontro favorisca una crescente consapevolezza su questi temi da parte dei giovani e una rinnovata apertura al dialogo tra docenti e alunni e tra genitori e figli per affrontarli insieme.

Educazione
0 Identità plastiche ma non “di carta” per resistere ai terremoti della vita

Ci fornisce nuovi spunti di riflessione la rubrica del prof. D’Avenia (link) tra interessanti citazioni di serie tv che vanno per la maggiore oggi (come la “Casa di carta”, vedi foto) e approfondimenti illuminanti sulla strutturazione dell’io e sull’impatto dei ruoli nella formazione dell’identità: l’identità pur restando “plastica” non può permettersi di essere fatta di carta, né tantomeno liquida, come il pensiero main-stream intende suggerirci possibile e a volte desiderabile.

Educazione di genere
0 Scuola gender-free in Italia? Dalla decostruzione degli stereotipi alla demolizione degli archetipi

Uno dei termini più in voga oggi è “decostruire”: la mannaia della decostruzione viene fatta cadere su molti concetti portanti della nostra civiltà e sembra essere stata individuata come la soluzione privilegiata per affrontare sfide importanti come la violenza nei confronti delle donne.
Decostruire gli stereotipi, in particolare, talvolta appare l’unica via, anche nella scuola, per affrontare problematiche così sfidanti: sembra esserci una fiducia cieca in un metodo che, all’atto pratico, non è affatto chiaro che risultati porti, se non quello di demolire alle fondamenta anche gli archetipi, cioè quei principi che l’uomo ha ricevuto come “modelli eterni e trascendenti”, stando a quanto afferma lo psicoterapeuta Claudio Risè in questo interessante articolo di cui consigliamo la lettura.

Contrasto al bullismo
0 L’educazione si fa… #insieme – Incontri per ragazzi e docenti delle scuole di Massa-Carrara

Si è tenuto ieri mattina nella Camera di Commercio di Carrara, alla presenza di 130 alunni provenienti da diverse scuole della provincia, il primo incontro del corso di formazione per docenti ed alunni “Scuola, Famiglia e Scienza: insieme per educare”, organizzato da Articolo 26, con la partecipazione di Progetto Pioneer, con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Lucca – Massa Carrara.
7 sessioni con focus particolare sulle scuole di grado medio inferiore e superiore – incentrate su tematiche educativo-didattiche attualissime: dal cyberbullismo e l’uso dei social, all’educazione affettiva e alle tecniche di apprendimento, fino al ruolo degli educatori nella costruzione dell’identità in adolescenza

Educazione
0 Il viaggio dal piacere immediato (ma temporaneo) alla gratificazione a lungo termine

Il Prof Alessandro D’Avenia si sofferma (link) sul meccanismo della ricompensa a breve termine, talvolta mediata dai meccanismi dei social, che condiziona gli adolescenti. E condiziona tutti quanti senza eccezioni, aggiungeremmo noi, depotenziando la ricerca di un appagamento più reale e concreto, che pone le radici di qualcosa che dà frutto a  lungo term­ine.
Da notare come concetti analoghi siano espressi anche in un video molto interessante, di cui consigliamo la visione, in cui Simon Sinek illlustra alcune dinamiche tipiche del mondo dei millenials oggi adolescenti.

Scuola
0 Il paradosso della “festa del papà” che diviene divisiva: la vera discriminazione è sospendere la festa del papà

In questi giorni ci stanno pervenendo segnalazioni che riportano che in più scuole di ordine e grado sono state evidenziate delle obiezioni riguardanti l’organizzazione dela festa del papà, in nome di un principio di non discriminazione delle famiglie omogenitoriali: la volontà, manifestata da parte delle istituzioni scolastiche, di accogliere tali richieste e di revocare quindi le iniziative a volte già programmate in occasione della festa del papà, appare incomprensibile.

Dall'associazione
0 Riflessioni rivolte ai candidati nazionali sulla questione parità scolastica

Da il settimanale di “Scuola&Cultura” riprendiamo una lettera aperta di Anna Monia Alfieri sul tema della parità scolastica e della libertà educativa.

Come genitori, educatori, cittadini riteniamo questi temi fondamentali per il rilancio dell’Italia a partire dalla scuola.
Auspichiamo che nel prossimo scenario istituzionale essi non siano lasciati in second’ordine come spesso accaduto con le precedenti classi politiche, ma che possano essere affrontati con tutta l’urgenza, la passione e la comunione di intenti che essi meritano per il futuro dei nostri ragazzi.

Educazione
0 Sulla scuola, la famiglia e l’insegnante picchiato

In linea con lo spirito della nostra associazione, che vede insieme genitori e docenti nella sfida di educare, vogliamo tentare una lettura dei recenti fatti di violenza nei confronti di alcuni docenti nella scuola, che metta essa stessa insieme scuola e famiglia, nella ricerca condivisa di una soluzione congiunta, in cui si condividano non solo strumenti di lettura, ma anche responsabilità. […]

1 2 3 4 5 20

Scuola
0

Botta e risposta su libertà educativa, costo standard di sostenibilità e scuole paritarie

Diamo visibilità con questo articolo ad un interessante scambio di vedute sul tema della libertà educativa e del costo standard di sostenibilità e delle scuole paritarie, che in questi giorni ha avuto luogo mediante la pubblicazione di diversi contributi sui principali siti online che si occupano di scuola. Nell’articolo anche la posizione dell’associazione.

Educazione
0

Le dipendenze: il cervello va tenuto acceso, non va mandato in fumo!

A giudicare dalle statistiche disponibili a livello di comunità scientifica internazionale, i dati sulle dipendenze parlano chiaro: un fenomeno che disgrega la società e depaupera la possibilità dei giovani di impostare un futuro che sorrida loro, come risulta chiaro dall’estratto di questo contributo dello psicologo Claudio Risè, che ha fatto pubblicazioni in merito già da diversi anni.
Nonostante questo, l’impressione è che queste risultanze vengano scientemente sottovalutate o riposte sotto il tappeto, per non voler guardare e non dover intervenire. Articolo 26 al contrario propone una linea di intervento che faccia luce sul fenomeno delle dipendenze, parlando in maniera trasparente ai giovani e agli studenti, in maniera tale che essi siano nelle condizioni di poter giudicare e decidere in maniera responsabile in funzione di quanto reputano sia meglio per la loro vita

Libertà educativa
Dall'associazione
0

Educare per il domani – Un racconto per immagini

Una rassegna “alternativa” dell’esperienza vissuta a Todi sabato 15 e domenica 16 per il meeting “Educare per il domani”, con il patrocinio del Comune di Todi e dell’Ufficio Scolastico Regionale dell’Umbria, evento che ha rappresentato il IV convegno nazionale dell’associazione Articolo 26. Abbiamo fatto un bellissimo viaggio di due giorni per accompagnare il bambino simbolo di “Educare per il domani” a conquistarsi il suo posto vicino ai suoi desideri più alti.
Nei prossimi giorni su queste pagine condivideremo un resoconto sull’andamento del meeting.